Blocco Riattivazione Samsung Galaxy: Come Rimuoverlo

Categoria:
Dispositivi Android
Commenti: 0

Basta farsi un giro per i diversi forum e si trovano un sacco di thread aperti su questo argomento. Si trovano domande come le seguenti:

  • > Salve. Mi sapete dire come (e se è possibile) disattivare il blocco riattivazione con account Samsung
  • > Ciao ragazzi ho acquistato un samsung galaxy s8 usato. Ho provato a fare l’hard reset (ripristino alle condizioni di fabbrica), ma poi mi appare una schermata che mi chiede di inserire delle credenziali (che ha il vecchio proprietario). Come fare? Si può aggirare il blocco riattivazione su Samsung Galaxy?
  • > Ciao, possiedo un galaxy s7 edge e ieri l’ho collegato al PC perchè volevo cambiare la recovery mettendone una custom, ma mi si è presentato un errore (“Custom Binary(RECOVERY) Blocked by R/L“). Errore che appare perchè non ho disattivato il ‘blocco riattivazione’. Come faccio a disattivarlo?

 

Tutte queste domande fanno riferimento al blocco riattivazione (in inglese è noto col nome “Factory Reset Protection” o più brevemente “FRP lock”) presente su dispositivi Samsung. Innanzitutto va detto che il “blocco riattivazione” è un blocco di sicurezza  che non consente a chiunque di resettare il dispositivo per utilizzarlo “come se fosse nuovo”. Tale blocco viene automaticamente impostato quando si aggiunge un account GOOGLE (Google FRP) o SAMSUNG (Samsung FRP) sul dispositivo. Per disattivare e togliere questo blocco bisogna quindi eliminare l’account Google e/o l’account Samsung dal telefono prima di un eventuale reset alle impostazioni di fabbrica.

Come Rimuovere Blocco Riattivazione Samsung Galaxy

Vediamo adesso due casi. Il primo se hai accesso al dispositivo e ricordi i dati di accesso all’account Samsung/Google. Il secondo invece se non hai le credenziali di accesso all’account che blocca il dispositivo.

CASO A) HAI ACCESSO AL DISPOSITIVO E CONOSCI LA PASSWORD DELL’ACCOUNT
Se si ha accesso al dispositivo e si deve vendere o regalare il cellulare Samsung, è bene ricordare di disattivare questo blocco riattivazione altrimenti il nuovo proprietario non potrà fare il reset del dispositivo. Ecco i passi da seguire per fare tale operazione

  1. Per disabilitare il blocco Riattivazione, per prima cosa dalla schermata iniziale tocca e trascina la barra di notifica verso il basso. Ovviamente prima di procedere assicurati di ricordare i dati di accesso all’ account Samsung associato al dispositivo per poter disabilitare tale blocco
  2. Tocca in alto a destra sull’icona Impostazioni (icona a forma motore ingranaggio)
  3. Scorri fino a trovare e cliccare su ACCOUNT.
    Google 1

Tocca su Google o su Samsung account (o su entrambi dovrai fare tale procedura)

Google 2
4. Seleziona l’account che vuoi rimuovere
5. Clicca su ALTRO e poi su Rimuovi account

Google 3     Google 4

6. Conferma la rimozione

Google 5     Google 6

CASO B) NON SEI A CONOSCENZA DELLE CREDENZIALI DELL’ACCOUNT

Se hai acquistato un telefono Samsung di seconda mano e il vecchio proprietario si è dimenticato di rimuovere il blocco riattivazione, qui di seguito segnaliamo un servizio che ti permetterà di sbloccare il dispositivo e aggirare il blocco riattivazione Samsung. In internet si trovano varie guide che indicano metodi manuali per fare tale operazione ma non sempre è semplice da farsi e c’è il rischio di combinare solo guai.

Il servizio che consigliamo di usare si chiama DirectUnlocks ed è specializzato nel rimuovere il blocco riattivazione / Factory Reset Protection in modo semplice ed entro 24-72 ore. Tutto quello che bisogna fare è accedere al sito in questione (da questo link) e inserire l’IMEI del tuo Samsung nell’apposito campo. Dovrai anche selezionare il modello esatto del tuo Samsung e infine inviare il tutto.

Se non sai come recuperare l’IMEI leggi questo articolo: come trovare IMEI su Android

NB: Il servizio in questione purtroppo non è gratuito. Se cerchi qualcosa di gratuito dai un’occhiata anche a questo articolo: come aggirare blocco FRP / Riattivazione su Android

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *