Chiavetta USB non riconosciuta? Ecco come Recuperare i Dati

Categoria:
Recupero Dati
Commenti: 10

Stai provando a collegare la tua chiavetta USB al tuo PC, ma non viene riconosciuta e letta? Hai anche provato a collegarla a diverse porte USB o anche su altri computer, ma il problema persiste?

Se ti riscontri nelle domande sopra riportate allora la tua chiavetta USB potrebbe essere danneggiata, e difficilmente riuscirai a farla leggere per poter recuperare i dati (es. foto) che sono contenute in essa. In situazioni di emergenza come questa, l’unica cosa che puoi provare a fare è andare in START –> Computer –> Gestione Disco per capire se la chiavetta usb viene “vista” come un altro disco:

partition-external-hard-drive-12

Seleziona quello che ritieni essere il disco associato alla tua chiavetta USB e prova a cliccare su “Cambia Lettera e Percorso Unità”. Se nemmeno con tale modifica la chiavetta viene letta potresti provare a fare una formattazione di essa e poi fare affidamento ad un software professionale di recupero dati come Data Recovery, disponibile sia per PC che per Mac.

Di seguito trovi i link per scaricare sul tuo PC o Mac questo programma:

download download_button_mac

Dopo averlo scaricato e installato, vedrai una finestra principale come questa (nel caso stia lavorando su Windows):

data-recovery1

Scegli quali dati vuoi recuperare dalla chiavetta e poi clicca AVANTI per procedere con la selezione del disco (chiavetta nel nostro caso).

 

Passo 1. Collega chiavetta USB al computer

Prova a collegare la chiavetta USB danneggiata al PC. Se non appare il disco corrispondente nel programma significa che la chiavetta è gravemente danneggiata e non viene per nulla riconosciuta. In questo caso il PC dovrebbe avvisarti di formattare la chiavetta. Procedi con la formattazione della chiavetta (alcuni dati potranno essere recuperati anche dopo formattazione) in modo che poi la chiavetta sarà riconosciuta sia dal PC che dal programma.

Passo 2. Seleziona modalità di scansione

Se la chiavetta viene riconosciuta dal programma, clicca sulla lettera corrispondente alla chiavetta oppure clicca in basso su “Non riesco a trovare le mie partizioni”:

data-recovery3

Il programma mostrerà le varie partizioni rilevate, tra cui ci sarà sicuramente anche quella della chiavetta collegata al computer:

standard-mode5

Seleziona il disco relativo alla Chiavetta USB collegata al tuo PC e poi clicca su AVVIO per avviare la scansione della memoria della chiavetta.

Passo 3. Recupero dati da chiavetta USB non riconosciuta

Al termine della scansione vedrai una schermata con tutti i dati trovati, suddivisi per tipologia. Scegli quindi i files da recuperare e clicca su RECUPERA per salvare il tutto sull’hard disk del tuo computer o su un’altra chiavetta USB riconosciuta.

data-recovery5

Tutto qui! Avrai recuperato tutto quello che era recuperabile limitando i danni!

 

10 responses on “Chiavetta USB non riconosciuta? Ecco come Recuperare i Dati

  1. lux ha detto:

    se una chiavetta non viene riconosciuta il pc non la vede e quindi questo programma non serve.

  2. Francesco ha detto:

    Ciao a tutti, il mio problema è simile. La pennetta viene vista in gestione disco ma viene richiesta l’inizializzazione del disco che però non riesce a svolgere. Avete qualche consiglio? HO provato con linux, ddrescue ecc, ma nulla.

  3. Alessandro ha detto:

    Nel mio caso il PC vede l’unità ma non appare la barra che mi dice lo spazio rimasto e la chiavetta rimane con luce fissa invece di lampeggiare…ogni azione è inutile è come se fosse piantata…e influisce anche sulla funzionalità del p.c.

  4. fabio ha detto:

    nel mio caso il PC suona all’ inserimento e disinserimento della kiavetta, viene rilevato come dispositivo USB ma non viene rilevato come disk.
    questo SW non serve.

    • Carmelo ha detto:

      ciao fabio scusa il disturbo in merito al problema che hai segnalato, siccome è quello che succede anche a me, volevo chiederti se hai avuto modo di risolvere e in che modo! Io ci sto sbattendo la testa ma fino adesso nulla.
      grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *